.
Annunci online

passaggioasudest [ la realtà politica dell'europa sud orientale dai balcani alla turchia ]
 



Questo blog è dedicato ad un'area cruciale per il futuro europeo. Per l'area che va dai Balcani occidentali alla Turchia, infatti, passa il futuro dell'Unione europea come progetto politico così come il futuro di questi Paesi passa dalla scelta dell'integrazione in questo progetto.




"Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non è un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte del microfono deve poter comprendere una realtà in cui non è presente. Questo, penso, è il massimo sforzo che i giornalisti devono compiere".
Antonio Russo



"Il vero referendum sul futuro dell'Unione si terrà nei Balcani"
International Balkan Commission


"E poi, un giorno, è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo. Quando sono salito sul ponte e ho guardato il panorama, ho capito che era ancora meglio, ancora più bello di vedere le due rive assieme. Ho capito che il meglio era essere un ponte fra due rive. Rivolgersi alle due rive senza appartenere".
Orhan Pamuk, Istanbul



Per inviare una email scrivi a pasudest@yahoo.it





21 maggio 2008


TURCHIA: L'UE APRIRA' DUE NUOVI CAPITOLI NEGOZIALI

Foto APNonostante la lentezza del processo di riforma l'Unione Europea intende mandare un segnale positivo alla Turchia e annuncia l'apertura di due nuovi capitoli del negoziato per l'adesione entro giugno, prima cioè che la Slovenia lasci la presidenza di turno dell'Ue passi la mano alla Francia. Lo hanno annunciato il sottosegretario agli Affari europei sloveno, Janez Lenarcic, e il commissario Ue all'Allargamento, Olli Rehn, durante il dibattito a Strasburgo sul Rapporto del Parlamento europeo sui progressi di Ankara. Stando alle dichiarazioni di Rehn dovrebbe essere possibile aprire i negoziati sul diritto aziendale e sui diritti della proprietà intellettuale.
Rehn ha deplorato "il ritmo lento delle riforme" in Turchia, concordando in questo con le valutazioni espresse dal Parlamento Europeo, ma ha però ricordato che di recente il Parlamento turco ha adottato due leggi importanti: quella sui beni delle fondazioni religiose e quella che ha modificato l'articolo 301 del codice penale che con l'intento di punire gli insulti alla "turchicità" aveva portato a procedimenti penali contro scrittori, giornalisti ed intellettuali che avevano messo in discussione alcuni "tabù" come il genocidio armeno (una riforma, quest'ultima, la cui reale efficacia è contestata da diverse organizzazioni per la difesa dei diritti civili).
Da quando è stato avviato il percorso di avvicinamento all'Ue, nell'ottobre 2005, Bruxelles e Ankara hanno aperto solo 6 dei 35 capitoli in cui sono suddivisi i negoziati di adesione. Inoltre nel dicembre 2006 l'intransigenza turca sulla questione cipriota (il rifiuto di aprire i propri porti ed aeroporti a navi ed aerei greco-ciprioti in risposta ad un analogo rifiuto opposto dai questi ultimi ai truco-ciprioti) portò al "congelamento" di otto capitoli negoziali, alcuni dei quali molto importanti. Per questo il commissario all'akkargamento Rehn ha voluto sottolineare che "il ritmo dei negoziati dipende dai progressi nelle riforme politiche e democratiche e soprattutto dalla loro applicazione".


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. turchia ue negoziati

permalink | inviato da robi-spa il 21/5/2008 alle 15:21 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     aprile        giugno
 
rubriche
Diario
Per saperne di più
Radio Tirana
Balkan Express
Passaggio On Air
Testi
Passaggio Speciale

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
SITI DI INFORMAZIONE
Ansa Balcani
Osservatorio sui Balcani
Osservatorio Caucaso
Le courrier des Balkans
Radio Srbija
Serbianna
Medi@teranée
Balkan Investigative Reporting Network
Investigative journalism center Zagreb
Balcani cooperazione
Balcani On Line
Turchia Oggi
Albania News
Vie dell'Est
ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE
Cesid-Center for free elections and democracy
International commission on the Balkan
Independent commission on Turkey
European Stability Initiative
Humanitarian law center Begrade
Center for european integration strategy
Igman Initiative
Center for Democracy and Reconciliation
Civic Dialogue
Association of local democracy agencies
OneWolrd Southeast Europe
SITI ISTITUZIONALI
Sito del Governo Serbo
Sito del Governo del Kosovo
Inviato speciale Onu in Kosovo
Office of the High Representative in Bosnia-Herzegovina
International criminal tribunal
CENTRI STUDI
Istituto per l'Europa centro-orientale e balcanica
Cirpet-Balcani
Italian Center for Turkish Studies
Tesev - Turkish Economic and Social Studies Foundation
Ovipot - Observatoire de la Via Politique Turque
Gallup Balkan Monitor
BLOG
Il blog di Artur Nura
Balkaland - Bepi ce polaziti???
Istanblues
Cose Turche - Il blog di Tiziana Prezzo
Balkan Crew - Il caffè delle diaspore
Politibalkando
Kafana
Kosovo: la voce del Coniglio
Il blog di Paola Casoli
Burekeaters
ALTRI SITI
Viaggiare i Balcani
Glocal, uniti nella diversità
Progetto Egnatia
Rom del Kosovo
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom