.
Annunci online

passaggioasudest [ la realtà politica dell'europa sud orientale dai balcani alla turchia ]
 



Questo blog è dedicato ad un'area cruciale per il futuro europeo. Per l'area che va dai Balcani occidentali alla Turchia, infatti, passa il futuro dell'Unione europea come progetto politico così come il futuro di questi Paesi passa dalla scelta dell'integrazione in questo progetto.




"Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non è un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte del microfono deve poter comprendere una realtà in cui non è presente. Questo, penso, è il massimo sforzo che i giornalisti devono compiere".
Antonio Russo



"Il vero referendum sul futuro dell'Unione si terrà nei Balcani"
International Balkan Commission


"E poi, un giorno, è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo. Quando sono salito sul ponte e ho guardato il panorama, ho capito che era ancora meglio, ancora più bello di vedere le due rive assieme. Ho capito che il meglio era essere un ponte fra due rive. Rivolgersi alle due rive senza appartenere".
Orhan Pamuk, Istanbul



Per inviare una email scrivi a pasudest@yahoo.it





27 ottobre 2008


OBAMA O McCAIN? I BALCANI SI DIVIDONO.

Barak Obama e John McCainSe i cittadini dei Balcani dovessero scegliere il prossimo presidente degli Stati Uniti per chi voterebbero? Un interessante sondaggio realizzato da The Economist e ripreso dal sito del Balkan Investigative Reporting Network mostra che a differenza dei cittadini dell'Unione europea, che probabilmente darebbero la loro fiducia in grande maggioranza a Barak Obama, i cittadini dei Balcani sarebbero assai più incerti. L'indagine potrebbe apparire un po' oziosa ma se si considera che negli ultimi venti anni la politica statunitense nella regione ha avuto un impatto come mai in passato la rilevazione assume un indubbio interesse. Lo prova il fatto che negli ultimi tempi la campagna elettorale d'oltreoceano guadagna ogni giorni la prima pagina dei giornali locali e alimenta dibattiti accesi. Diversamente che in passato, anche il duello per la vice-presidenza tra Joseph Biden e Sarah Palin è seguito con la stessa passione. Dai dati del sondaggio emerge che croati, albanesi e kosovari sono in maggioranza pro Obama, i macedoni per McCain, i serbi diffidano di entrambi, i bosniaci sono preoccupati più di tutto dalle loro questioni interne e i rumeni sostanzialmente indifferenti all'esito del voto del 4 novembre.
Basandoci dunque su quanto scrive il sito di BIRN, citando il sondaggio dell'Economist, vediamo che in Albania Barak Obama raccoglie il 75% dei favori ma molti albanesi ritengono John McCain una scelta accettabile. La comunità albanese negli Usa è altrettanto divisa sulla scelta da prendere, cosa che sarebbe stata più semplice se Hillary Clinton avesse conquistato la nomination democratica.
Tra gli albanesi del Kosovo la situazione è simile: la maggioranza tifa Obama, ma non mancano i supporter di McCain mentre altri avrebbero preferito che Hillary fosse rimasta in corsa.
In Bosnia-Erzegovina le elezioni americane coincidono con una grave crisi politica a istituzionale. Generalmente, quindi, la gente è più preoccupata di questo che di quello che succede al di là dell'Atlantico. Comunque, la maggioranza sembra preferire la vittoria di Obama con la speranza che il suo arrivo alla Casa Bianca possa rilanciare l'interesse di Washington per il loro Paese. E se i bosgnacchi sono per il candidato democratico, ricordando il ruolo di Clinton nel porre fine alla guerra del 1992-95, anche diversi serbo-bosniaci non disdegnerebbero la vittoria dei democratici giudicando negativamente le politiche economiche dei repubblicani.
In Serbia, invece, prevale la sfiducia verso entrambi i candidati. E' vero che Obama, durante le primarie del Partito democratico, in un discorso tenuto dopo la proclamazione dell'indipendenza del Kosovo, disse che i serbi soffrivano da decenni. Tuttavia sia lui che McCain sono favorevoli alla secessione di Pristina. Senza contare che, nonostante la pressante attività di lobbying dei serbi in Usa, George Bush è stato il principale sostenitore del Kosovo indipendente.
I cittadini della Croazia, pur avendo generalmente una preferenza per governi di centro-destra, secondo il sondaggio dell'Economist all'80% sono per Obama per reazione contro la politica di George W. Bush.
In Macedonia l'interesse per la corsa alla Casa Bianca è influenzata dall'annosa questione con la Grecia per via del nome ufficiale dell'ex repubblica jugoslava. E dunque preferiscono McCain, visto che Obama a suo tempo firmo la risoluzione del Senato americano che chiedeva alla Macedonia di cessare la provocazioni contro la Grecia.
In Romania, infine, prevale l'indifferenza. Più che di sapere chi sarà il prossimo presidente Usa, ai romeni interessa ciò che succede ai loro confini, in Ungheria, in Moldavia e negli altri Paesi europei.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. elezioni sondaggio balcani obama economist mccain birn

permalink | inviato da robi-spa il 27/10/2008 alle 19:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     settembre        novembre
 
rubriche
Diario
Per saperne di più
Radio Tirana
Balkan Express
Passaggio On Air
Testi
Passaggio Speciale

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
SITI DI INFORMAZIONE
Ansa Balcani
Osservatorio sui Balcani
Osservatorio Caucaso
Le courrier des Balkans
Radio Srbija
Serbianna
Medi@teranée
Balkan Investigative Reporting Network
Investigative journalism center Zagreb
Balcani cooperazione
Balcani On Line
Turchia Oggi
Albania News
Vie dell'Est
ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE
Cesid-Center for free elections and democracy
International commission on the Balkan
Independent commission on Turkey
European Stability Initiative
Humanitarian law center Begrade
Center for european integration strategy
Igman Initiative
Center for Democracy and Reconciliation
Civic Dialogue
Association of local democracy agencies
OneWolrd Southeast Europe
SITI ISTITUZIONALI
Sito del Governo Serbo
Sito del Governo del Kosovo
Inviato speciale Onu in Kosovo
Office of the High Representative in Bosnia-Herzegovina
International criminal tribunal
CENTRI STUDI
Istituto per l'Europa centro-orientale e balcanica
Cirpet-Balcani
Italian Center for Turkish Studies
Tesev - Turkish Economic and Social Studies Foundation
Ovipot - Observatoire de la Via Politique Turque
Gallup Balkan Monitor
BLOG
Il blog di Artur Nura
Balkaland - Bepi ce polaziti???
Istanblues
Cose Turche - Il blog di Tiziana Prezzo
Balkan Crew - Il caffè delle diaspore
Politibalkando
Kafana
Kosovo: la voce del Coniglio
Il blog di Paola Casoli
Burekeaters
ALTRI SITI
Viaggiare i Balcani
Glocal, uniti nella diversità
Progetto Egnatia
Rom del Kosovo
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom