.
Annunci online

passaggioasudest [ la realtà politica dell'europa sud orientale dai balcani alla turchia ]
 



Questo blog è dedicato ad un'area cruciale per il futuro europeo. Per l'area che va dai Balcani occidentali alla Turchia, infatti, passa il futuro dell'Unione europea come progetto politico così come il futuro di questi Paesi passa dalla scelta dell'integrazione in questo progetto.




"Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non è un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte del microfono deve poter comprendere una realtà in cui non è presente. Questo, penso, è il massimo sforzo che i giornalisti devono compiere".
Antonio Russo



"Il vero referendum sul futuro dell'Unione si terrà nei Balcani"
International Balkan Commission


"E poi, un giorno, è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo. Quando sono salito sul ponte e ho guardato il panorama, ho capito che era ancora meglio, ancora più bello di vedere le due rive assieme. Ho capito che il meglio era essere un ponte fra due rive. Rivolgersi alle due rive senza appartenere".
Orhan Pamuk, Istanbul



Per inviare una email scrivi a pasudest@yahoo.it





5 agosto 2009


GEORGIA: SALE LA TENSIONE AD UN ANNO DAL CONFLITTO IN OSSEZIA

La Georgia si riarma e sta preparando una nuova aggressione. L'accusa viene dal generale Anatoly Nogovitsin, vice capo di stato maggiore delle forze armate russe, secondo il quale oggi Tbilisi ha capacità militari superiori rispetto alla guerra dell'agosto 2008.
Con l'approssimarsi del primo anniversario del conflitto in Ossezia del sud sale dunque nuovamente la tensione tra i due Paesi e dopo le accuse di bombardamenti dei giorni scorsi, ora Mosca sostiene che Tbilisi starebbe preparando una nuova aggressione. "L'addestramento tattico delle forze armate georgiane indica che il focus è posto sulla minaccia da nord, sulla Russia. Noi siamo ancora disegnati come il nemico", ha affermato il generale russo in una conferenza stampa.
"La Russia è l'obiettivo di tutte questa attività. Su questo si basano le dichiarazioni politiche e le azioni fatte" ha continuato Nogovitsin chiarendo che, se l'ostilità dovesse trasformarsi in una vera e propria aggrewssione, Mosca risponderebbe "appropriatamente".
Nonostante il vicepresidente Usa, Joe Biden, abbia chiesto al presidente georgiano Mikhail Saakashvili di ''evitare azioni destabilizzanti'', la Russia ha accusato gli Usa e altri non meglio specificati Paesi di continuare a fornire armi alla Georgia. "In base alle informazioni di cui disponiamo, le forniture di armi dagli Stati Uniti alla Georgia continuano", ha detto il viceministro degli Esteri, Grigori Karasin, aggiungendo che "gli Usa non sono l'unico Paese a fornire armi alla Georgia". Nei giorni scorsi Mosca aveva puntato il dito in particolare contro l'Ucraina parlando di un "atteggiamento ostile" da parte di Kiev.
Karasin ha esortato il nuovo segretario generale della Nato, Anders Fogh Rasmussen, ad essere più cauto nei confronti di Tbilisi, evitando di inviare "falsi segnali sul fatto che l'Alleanza atlantica è a fianco della Georgia"e ha annunciato che Mosca intende "prendere misure" al riguardo.
Quali siano queste misure non è stato precisato, ma evidentemente al Cremlino intendono muoversi a tutto campo, visto che mentre Il presidente russo Dimitri Medveded e quello americano Barack Obama si sono detti d'accordo sul bisogno di ridurre la tensione in Georgia, due sottomarini nucleari russi avrebbero pattugliato le coste degli Usa negli ultimi giorni, almeno secondo quanto scrive il New York Times, Un episodio, che riporta al tempo della "guerra fredda" e che non ha precedenti negli ultimi quindici anni.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. georgia ossezia russia usa

permalink | inviato da robi-spa il 5/8/2009 alle 16:35 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     luglio        settembre
 
rubriche
Diario
Per saperne di più
Radio Tirana
Balkan Express
Passaggio On Air
Testi
Passaggio Speciale

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
SITI DI INFORMAZIONE
Ansa Balcani
Osservatorio sui Balcani
Osservatorio Caucaso
Le courrier des Balkans
Radio Srbija
Serbianna
Medi@teranée
Balkan Investigative Reporting Network
Investigative journalism center Zagreb
Balcani cooperazione
Balcani On Line
Turchia Oggi
Albania News
Vie dell'Est
ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE
Cesid-Center for free elections and democracy
International commission on the Balkan
Independent commission on Turkey
European Stability Initiative
Humanitarian law center Begrade
Center for european integration strategy
Igman Initiative
Center for Democracy and Reconciliation
Civic Dialogue
Association of local democracy agencies
OneWolrd Southeast Europe
SITI ISTITUZIONALI
Sito del Governo Serbo
Sito del Governo del Kosovo
Inviato speciale Onu in Kosovo
Office of the High Representative in Bosnia-Herzegovina
International criminal tribunal
CENTRI STUDI
Istituto per l'Europa centro-orientale e balcanica
Cirpet-Balcani
Italian Center for Turkish Studies
Tesev - Turkish Economic and Social Studies Foundation
Ovipot - Observatoire de la Via Politique Turque
Gallup Balkan Monitor
BLOG
Il blog di Artur Nura
Balkaland - Bepi ce polaziti???
Istanblues
Cose Turche - Il blog di Tiziana Prezzo
Balkan Crew - Il caffè delle diaspore
Politibalkando
Kafana
Kosovo: la voce del Coniglio
Il blog di Paola Casoli
Burekeaters
ALTRI SITI
Viaggiare i Balcani
Glocal, uniti nella diversità
Progetto Egnatia
Rom del Kosovo
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom