.
Annunci online

passaggioasudest [ la realtà politica dell'europa sud orientale dai balcani alla turchia ]
 



Questo blog è dedicato ad un'area cruciale per il futuro europeo. Per l'area che va dai Balcani occidentali alla Turchia, infatti, passa il futuro dell'Unione europea come progetto politico così come il futuro di questi Paesi passa dalla scelta dell'integrazione in questo progetto.




"Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non è un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte del microfono deve poter comprendere una realtà in cui non è presente. Questo, penso, è il massimo sforzo che i giornalisti devono compiere".
Antonio Russo



"Il vero referendum sul futuro dell'Unione si terrà nei Balcani"
International Balkan Commission


"E poi, un giorno, è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo. Quando sono salito sul ponte e ho guardato il panorama, ho capito che era ancora meglio, ancora più bello di vedere le due rive assieme. Ho capito che il meglio era essere un ponte fra due rive. Rivolgersi alle due rive senza appartenere".
Orhan Pamuk, Istanbul



Per inviare una email scrivi a pasudest@yahoo.it





19 novembre 2009


ELEZIONI IN ROMANIA: ALLA RICERCA DI UNA VIA D'USCITA DALLA CRISI POLITICA

Venti anni dopo la caduta del regime comunista di Nicolae Ceausescu, fra tre giorni la Romania va alle urne per scegliere il nuovo presidente sperando di uscire dallo stallo politico che da settomane blocca il Paese alle prese con la crisi economica globale. Si tratta dunque di un appuntamento cruciale per mettere fine alla crisi politica che pesa su un paese già penalizzato da una forte recessione. Dopo nove anni di forte crescita il Paese è stato infatti colpito duramente dalla crisi: per il 2009 è previsto un calo del Pil dell'8%, mentre, secondo i dati ufficiali di fine agosto, la disoccupazione è al 6,6% a fronte di un salario mensile medio di circa 320 euro. All'origine dell'impasse, la guerra aperta tra l'attuale presidente di centro-destra Traian Basescu ed il Parlamento dove l'opposizione ha la maggioranza assoluta.In breve tempo i romeni hanno così assistito alla fine della coalizione tra i democratici-liberali e i socialdemocratici, alla caduta del governo e alla bocciatura in Parlamento di due premier designati da Basescu.

I candidati alla presidenza sono dodici, ma difficilmente il nuovo presidente sarà eletto domenica al primo turno. Tutto si giocherà quindi al ballottaggio del 6 dicembre tra Basescu ed il leader dei socialdemocratici all'opposizione Mircea Geoana. Basescu, 58 anni, ex capitano di Marina eletto presidente nel 2004, e Geoana, 51 anni, ex ambasciatore a Washington e ministro degli Esteri dal 2000 al 2004, secondo i sondaggi raccolgono tra il 30 e il 32% dei consensi ciascuno. Tra i due litiganti potrebbe inserirsi il terzo incomodo, ovvero il liberale Crin Antonescu, che punta tutto sul taglio delle tasse. Chiunque sia il vincitore, il nuovo presidente dovrà nominare in tempi brevi un premier in grado di trovare una maggioranza parlamentare e di varare le riforme chieste dal Fondo monetario internazionale che ha concesso a Bucarest un prestito di 20 miliardi di dollari.

Basescu sostiene di essere vittima di un "sistema disonesto che vuole impedire la modernizzazione del paese" e promette di far tagliare gli sprechi statali, per esempio riducendo il numero dei deputati del Parlamento monocamerale (dagli attuali 471 a 300). Geoana denuncia quello che definisce "il regime Basescu, costellato di scandali": gli avversari accusano il presidente di "non indietreggiare di fronte a nulla pur di ottenere i suoi scopi". Il candidato socialdemocratico si presenta a sua volta come "l'uomo del dialogo" ma viene accusato di "populismo" dai detrattori. E' accusato di promettere moltissimo ma di non spiegare dove troverà i soldi per mantenere la sue promesse. Il rischio è che, alla luce della ripartizione dei seggi in Parlamento, il futuro presidente si trovi a coabitare con un partito diverso dal suo. Tra l'altro, la partecipazione al voto è prevista inferiore al 50%, evidente segnale del disinteresse dei cittadini romeni dopo una campagna caratterizzata da rivelazioni imbarazzanti per il presidente uscente.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. romania elezioni crisi

permalink | inviato da robi-spa il 19/11/2009 alle 15:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia     ottobre        dicembre
 
rubriche
Diario
Per saperne di più
Radio Tirana
Balkan Express
Passaggio On Air
Testi
Passaggio Speciale

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
SITI DI INFORMAZIONE
Ansa Balcani
Osservatorio sui Balcani
Osservatorio Caucaso
Le courrier des Balkans
Radio Srbija
Serbianna
Medi@teranée
Balkan Investigative Reporting Network
Investigative journalism center Zagreb
Balcani cooperazione
Balcani On Line
Turchia Oggi
Albania News
Vie dell'Est
ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE
Cesid-Center for free elections and democracy
International commission on the Balkan
Independent commission on Turkey
European Stability Initiative
Humanitarian law center Begrade
Center for european integration strategy
Igman Initiative
Center for Democracy and Reconciliation
Civic Dialogue
Association of local democracy agencies
OneWolrd Southeast Europe
SITI ISTITUZIONALI
Sito del Governo Serbo
Sito del Governo del Kosovo
Inviato speciale Onu in Kosovo
Office of the High Representative in Bosnia-Herzegovina
International criminal tribunal
CENTRI STUDI
Istituto per l'Europa centro-orientale e balcanica
Cirpet-Balcani
Italian Center for Turkish Studies
Tesev - Turkish Economic and Social Studies Foundation
Ovipot - Observatoire de la Via Politique Turque
Gallup Balkan Monitor
BLOG
Il blog di Artur Nura
Balkaland - Bepi ce polaziti???
Istanblues
Cose Turche - Il blog di Tiziana Prezzo
Balkan Crew - Il caffè delle diaspore
Politibalkando
Kafana
Kosovo: la voce del Coniglio
Il blog di Paola Casoli
Burekeaters
ALTRI SITI
Viaggiare i Balcani
Glocal, uniti nella diversità
Progetto Egnatia
Rom del Kosovo
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom