.
Annunci online

passaggioasudest [ la realtà politica dell'europa sud orientale dai balcani alla turchia ]
 



Questo blog è dedicato ad un'area cruciale per il futuro europeo. Per l'area che va dai Balcani occidentali alla Turchia, infatti, passa il futuro dell'Unione europea come progetto politico così come il futuro di questi Paesi passa dalla scelta dell'integrazione in questo progetto.




"Dobbiamo ricordarci che l’informazione è un veicolo diretto all’utente, non è un soliloquio da parte del giornalista. Bisogna tenere sempre presente che chi è dall’altra parte del microfono deve poter comprendere una realtà in cui non è presente. Questo, penso, è il massimo sforzo che i giornalisti devono compiere".
Antonio Russo



"Il vero referendum sul futuro dell'Unione si terrà nei Balcani"
International Balkan Commission


"E poi, un giorno, è stato costruito un ponte che collegava le due rive del Bosforo. Quando sono salito sul ponte e ho guardato il panorama, ho capito che era ancora meglio, ancora più bello di vedere le due rive assieme. Ho capito che il meglio era essere un ponte fra due rive. Rivolgersi alle due rive senza appartenere".
Orhan Pamuk, Istanbul



Per inviare una email scrivi a pasudest@yahoo.it





26 gennaio 2010


L’OCCIDENTE AMMONISCE TADIC: NON CRITICARE MESIC ALL’ONU

Alcune ore prima della riunione del Consiglio di Sicurezza, il presidente serbo Boris Tadic ha incontrato il segretario generale delle Nazioni Unite, Ban Ki Moon. I media belgradesi affermano che Tadic ha ammonito Ban Ki Moon sulla nocività delle parole “guerrafondaie” da Pantovcak (sede del presidente croato) .
Qui di seguito l'articolo di Jadranka Jureško-Kero pubblicato da Vecernji List il 22 gennaio (traduzione di Marina Szikora).

Il presidente serbo Boris TadicNonostante gli annunci politici e mediatici chiassosi, il presidente serbo Boris Tadic non ha commentato alla riunione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU dedicata alla situazione in Kosovo la dichiarazione del presidente croato Stjepan Mesica che in caso del referendum sulla secessione della Repubblika Srpska dalla BiH avrebbe mandato l’esercito ad intervenire.
Alcune ore prima della riunione del Cosniglio di Sicurezza, Tadic ha incontrato il segretario generale dell’ONU Ban Ki Moon, ma dall’ufficio del segretario generale non e’ arrivata nessuna conferma ufficiale che durante il colloquio durato dieci minuti, Tadic avrebbe denunciato le dichiarazioni di Mesic.
I rappresentanti del gabinetto di Tadic hanno affermato per ‘Vecernji list’ che e’ esatta la notizia diffusa dai media di Belgrado che Tadic avrebbe ammonito il segretario generale Ban Ki Moo sulla nocivita’ delle parole “guerrafondaie” di Pantovcak.
In esclusiva veniamo a sapere che alcuni paesi Occidentali avrebbero ammonito Tadic che non sarebbe stato prudente utilizzare il podio delle Nazioni Unite per criticare il presidente Mesic che sta’ terminando con sucesso il suo secondo mandato e ha molti amici e simpatizzanti all’interno del Palazzo di Vetro.
L’ambasciatrice americana al Consiglio di Sicurezza, Rosemary DiCarlo nel suo intervento sul Kosovo ha plaudito il ruolo del presidente Mesic il quale, con la sua visita a Pristina, ha contribuito alla pace e stabilita’ nella regione! I commentatori ad East River affermano che con questa dichiarazione la parte americana ha mandato un forte messaggio alla Serbia ma anche appoggiato la dichiarazione di Mesic al condizionale relativa agli annunci di Dodik sul referendum!
Il presidente serbo Tadic ha utilizzato comunque la possibilita’ di replica alla riunione del CS rispondendo all’intervento dell’ambasciatore della BiH e di altri ambasciatori al CS lanciando una critica alle dicharazioni di Mesic.
La Serbia respinge tali provocazioni e inviti alla guerra ma vuole continuare a sviluppare relazioni bilaterali con la Croazia nonche’ sostenere l’integrazione dell’intera regione nell’Ue”.
L’ambasciatore croato Ranko Vilovic non ha reagito alla replica di Tadic perche’ essa non ha il peso politico ne’ diplomatico quale avrebbero le critiche ai commenti di Mesic se espresse nella parte ufficiale del suo intervento davanti al Consiglio di Sicurezza.
Ad East River il comportamento di Tadic e’ stato interpretato al di sotto del livello politico e diplomatico del suo incarico e nessuno degli ambasciatori dei Stati membri del CS non ritengono necessario reagire ai suoi commenti sul presidente Mesic.
Tadic ha reagito nella sua replica esclusivamente a causa delle necessita’ della politica interna serba, sottolineano i diplomatici a New York, mentre la parte croata si e’ comportata in maniera politicamente prudente dimostrando di conoscere le regole diplomatiche.


12 ottobre 2008


PASSAGGIO IN ONDA

Passaggio a Sud Est
è il sabato alle 22,30 su Radio Radicale

Il sommario della puntata del 
11 ottobre 2008 :

l'Assemblea generale dellìOnu approva la risoluzione serba contro l'indipendenza del Kosovo, reazioni e commenti; Macedonia e Montenegro riconoscono il Kosovo, la reazione della Serbia; il premio Nobel per la pace a Martti Ahtisaari, reazioni e commenti; la questione del confine tra Macedonia e Kosovo; la disputa tra Grecia e Macedonia sul nome ufficiale dell'ex repubblica jugoslava; Croazia, caso Zagorec, l'omicidio di Ivana Hodak scuote l'opinione pubblica ed il governo; il duro attacco del presidente croato Stipe Mesic al presidente della Republika Srpska, Milorad Dodik.
In apertura il secondo anniversario dell'assassinio di Anna Politkovskaja.

La trasmissione è curata e condotta in studio da Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

sfoglia     dicembre        febbraio
 
rubriche
Diario
Per saperne di più
Radio Tirana
Balkan Express
Passaggio On Air
Testi
Passaggio Speciale

cose
Ultime cose

Il mio profilo
da vedere
SITI DI INFORMAZIONE
Ansa Balcani
Osservatorio sui Balcani
Osservatorio Caucaso
Le courrier des Balkans
Radio Srbija
Serbianna
Medi@teranée
Balkan Investigative Reporting Network
Investigative journalism center Zagreb
Balcani cooperazione
Balcani On Line
Turchia Oggi
Albania News
Vie dell'Est
ORGANIZZAZIONI NON GOVERNATIVE
Cesid-Center for free elections and democracy
International commission on the Balkan
Independent commission on Turkey
European Stability Initiative
Humanitarian law center Begrade
Center for european integration strategy
Igman Initiative
Center for Democracy and Reconciliation
Civic Dialogue
Association of local democracy agencies
OneWolrd Southeast Europe
SITI ISTITUZIONALI
Sito del Governo Serbo
Sito del Governo del Kosovo
Inviato speciale Onu in Kosovo
Office of the High Representative in Bosnia-Herzegovina
International criminal tribunal
CENTRI STUDI
Istituto per l'Europa centro-orientale e balcanica
Cirpet-Balcani
Italian Center for Turkish Studies
Tesev - Turkish Economic and Social Studies Foundation
Ovipot - Observatoire de la Via Politique Turque
Gallup Balkan Monitor
BLOG
Il blog di Artur Nura
Balkaland - Bepi ce polaziti???
Istanblues
Cose Turche - Il blog di Tiziana Prezzo
Balkan Crew - Il caffè delle diaspore
Politibalkando
Kafana
Kosovo: la voce del Coniglio
Il blog di Paola Casoli
Burekeaters
ALTRI SITI
Viaggiare i Balcani
Glocal, uniti nella diversità
Progetto Egnatia
Rom del Kosovo
cerca
me l'avete letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom