Blog: http://passaggioasudest.ilcannocchiale.it

PASSAGGIO SPECIALE: I BALCANI TRA EUROPA E OBAMA

Lunedì e martedì a Bruxelles si è tenuta la riunione dei ministri degli Esteri dell'Ue (il cosiddeto Cagre, Consiglio affari generali e relazioni esterne), la prima sotto la presidenza di turno della Repubblica Ceca iniziata il 1 gennaio. Il vicepremier ceco incaricato per gli affari europei, Alexandr Vondra, ha presentato le priorità della presidenza ceca tra le quali c'è anche l'allargamento dell'Unione. La riunione non prevedeva nessun dibattito su questo tema, la questione principale all'ordine del giorno era infatti la crisi in Medio Oriente. A margine del Consiglio ministeriale si è però discusso delle questioni che riguardano il futuro europeo dei Balcani occidentali, in particolare della Serbia, nonché dell'attuale blocco sloveno ai negoziati di adesione della Croazia all'Ue e delle soluzioni per superarlo e per trovare un compromesso nella disputa sui confini tra i due Paesi.
L’anno scorso, a più riprese, Bruxelles aveva ribadito che il 2009 dovrebbe essere l’anno dei Balcani occidentali. E’ chiaro che al momento ci sono molti problemi che gravano sull’Unione, a partire dalla crisi economica globale e dalla necessità di una comune strategia energetica dopo la crisi del gas provocata dalla disputa tra Russia e Ucraina. Considerando infine che questo è anche l’anno delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo, è prevedibile che la questione dell’integrazione europea dei Balcani occidentali resterà in primo piano ma non vedrà particolari novità nel corso del 2009.
Oltre alla politica europea verso i Balcani occidentali, è interessante anche cercare di capire quale sarà la politica verso i Balcani della nuova amministrazione statunitense: nonostante gli entusiasmi suscitati, anche nei Balcani, dall'elezione di Barack Obama, gli analisti politici della regione concordano più o meno sul fatto che non c'è da aspettarsi grandi novità. Cambierà forse lo stile, ma la politica di Washington nei Balcani resterà in sostanza quella che già si è vista con Clinton e con Bush.

Di questi temi, con particolare attenzione alla Serbia e all'Albania, si occupa lo Speciale di Passaggio a Sud Est in onda questa sera alle 23,30 su Radio Radicale a cura di Roberto Spagnoli con la collaborazione di Marina Sikora e Artur Nura.

Pubblicato il 28/1/2009 alle 19.48 nella rubrica Passaggio On Air.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web