Blog: http://passaggioasudest.ilcannocchiale.it

TURCHIA IN EUROPA: ROMPERE IL CIRCOLO VIZIOSO

Lunedì 7 settembre è stato presentato a Bruxelles il secondo rapporto della Independent Commission on Turkey che analizza i principali sviluppi nelle relazioni tra Unione Europea e Turchia e indica i passi avanti concreti necessari per rilanciare i negoziati di adesione. La commissione indipendente torna a sottilineare con convinzione gli enormi vantaggi della convergenza con europea della Turchia e le positive trasformazioni che l'adesione all'Unione europea indurrebbero sia in Turchia, sia nell'UE.
Turkey in Europe: Breaking the Vicious Circle, è il significativo titolo del documento. Nonostante l'inizio promettente dei negoziati nel 2004, il processo si è infatti arenato in un circolo vizioso: i continui giudizi negativi provenienti da leader politici europei, combinati con la crescente esitazione dell'opinione pubblica europea verso un ulteriore allargamento dell'Unione, hanno approfondito il risentimento in Turchia e rallentato le riforme necessarie nel paese.
La commissione indipendente nel rapporto sostiene quindi che questo circolo vizioso deve essere urgentemente spezzato, nell'interesse sia della Turchia che dell'Unione Europea. I governi europei devono onorare i loro impegni e trattare la Turchia con l'equità e il rispetto che merita. Da parte sua, la Turchia deve tornare ad impegnarsi in un dinamico e ampio processo di riforma confermando così la serietà della sua ambizione di aderire all'UE.

Un severo richiamo al governo italiano è venuto in particolare da Emma Bonino, componente della commissione indipendente e da sempre convinta sostenitrice dell'ingresso della Turchia nell'UE. ''L'Italia - ha detto Bonino all'agenzia ANSA al termine della presentazione del dossier - e' sempre stata a favore del processo di negoziazione. Ultimamente pero', in particolare nella campagna per le europee, si sono sentite prese di posizione molto molto nette da parte della Lega Nord'' contro l'adesione della Turchia. Il governo italiano deve quindi chiarire la sua posizione sul processo di adesione della Turchia: "Berlusconi dovra' mediare perche' e' chiaro che la posizione italiana al vertice UE del 9-10 dicembre e' molto importante''. Al vertice di dicembre i leader dei 27 saranno infatti chiamati valutare lo stato dei negoziati e i blocchi imposti alla maggior parte dei capitoli di negoziato con Ankara. Per arrivare all'appuntamento con una posizione chiara, Bonino ha annunciato l'intenzione di lanciare un dibattito tanto ''in Parlamento, in modo da arrivare ad una mozione'', quanto nella ''societa' civile''.

Ascolta l'intervista a Emma Bonino di David Carretta per Radio Radicale

La Independent Commission on Turkey è stata formata cinque anni fa da un gruppo di illustri politici europei che hanno ricoperto incarichi di alto profilo, per esaminare le sfide e le opportunità offerte dalla possibile adesione della Turchia all'Unione europea. Il precedente rapporto della commissione indipendente era stato presentato nel 2004.
Della commissione indipendente fanno parte, oltre ad Emma Bonino, già commissaria europea, ex ministro e attuale vice presidente del Senato, Martti Ahtisaari, ex Presidente finlandese già inviato speciale Onu in Kosovo e premio Nobel per la pace, Anthony Giddens, ex direttore della London School of Economics and Political Science, Kurt Biedenkopf, ex primo ministro della Sassonia, Marcelino Oreja Aguirre, ex ministro degli Esteri spagnolo e già segretario general del Consiglio d'Europa e commissario europeo, Michel Rocard, già primo ministro francese, Hans van den Broek, ex ministro degli Esteri olandese ed ex commissario europeo, Albert Rohan, ex ministro degli Esteri austriaco. Della commissione faceva inoltre parte l'ex primo ministro polacco Bronislaw Geremek recentemente scomparso.

Il sito della Independent Commission on Turkey dove è possibile leggere e scaricare il rapporto in formato Pdf in inglese, francese, tedesco, italiano e turco.

Qui è possibile leggere e scaricare il primo rapporto della commissione indipendente La Turchia in Europa: più che una promessa?


Pubblicato il 9/9/2009 alle 12.56 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web