Blog: http://passaggioasudest.ilcannocchiale.it

IL GIORNO DEL RICORDO E IL "CONFINE MOBILE"

Ricevo e pubblico volentieri

È stato definito "il confine mobile" e la sua storia è paradigma delle tragedie del XX secolo in Europa. È lo spazio di confine tra Italia, Slovenia e Croazia. Un DVD multimediale di Osservatorio Balcani e Caucaso ne ripercorre il passato allargando la riflessione sul presente e sul futuro

Dopo anni di silenzio sui drammatici eventi vissuti dalle popolazioni residenti lungo il confine italo-jugoslavo prima e dopo la Seconda Guerra Mondiale, nel 2004 il Parlamento italiano ha istituito per legge il "Giorno del Ricordo", che si celebra il 10 febbraio. Gli incidenti politico-diplomatici occorsi tra il presidente italiano, croato e sloveno in occasione delle commemorazioni del 2007 e 2008 hanno mostrato che il Giorno del Ricordo da opportunità per una nuova elaborazione del passato finalmente condivisa si è trasformato in ricorrenza problematica a livello nazionale ed europeo. La difficoltà di costruire una narrazione comune riflette più in generale il difficile processo di rielaborazione storica del Novecento avviato in tutta Europa a partire dalla fine della guerra fredda, ma la promozione di una memoria condivisa sugli eventi avvenuti lungo il "confine mobile" significa stabilire insieme ai nuovi e ai futuri stati membri dell'UE uno spazio culturale e politico comune.

Per questo Osservatorio Balcani e Caucaso ha realizzato uno strumento didattico multimediale, il DVD "Aestovest. Storia, memoria e attualità di un'area di confine", percorso dedicato agli studenti delle scuole superiori italiane per conoscere un confine europeo, la sua storia e il suo presente. Il DVD approfondisce la conoscenza delle vicende del confine italiano orientale avvalendosi dell'ausilio di testi, audio, video, fotografie, carte, cronologia, bibliografia e sitografia, ed estendendo l'analisi all'intera area confinaria tra Italia, Slovenia e Croazia, ovvero l'Alto Adriatico. Diviso in tre moduli, "AestOvest" ripercorre la storia, i luoghi della memoria, e l'attualità di questo spazio di confine europeo, segnato da memorie conflittuali ma anche dal procedere dell'integrazione europea. In tal modo, il DVD si propone al mondo della scuola come uno strumento ricco di spunti per celebrare il Giorno del Ricordo, utile anche per affrontare l'importanza, le sfide e le opportunità del progetto politico di un'Europa unita.

Particolare attenzione, nel contesto della tragica contrapposizione di totalitarismi e nazionalismi che hanno sfigurato l'Europa del Novecento, viene riservata alle questioni delle foibe e dell'esodo istriano-giuliano dalmata e molteplici sono i contributi che le illustrano: la scheda sulla foiba di Basovizza; quella sul campo profughi di Padriciano, con l'intervista a Massimiliano Lacota, Presidente dell'Unione degli Istriani; le testimonianze degli esuli istriano-giuliano-dalmati insediatisi in Trentino, tra cui i rappresentanti locali dell'Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia; ancora, la scheda sul campo di internamento di Tito sull'isola di Goli Otok. Rivolgendosi in particolare a insegnanti, educatori e operatori didattici, Osservatorio Balcani e Caucaso propone incontri di formazione e di presentazione del DVD "AestOvest".

Il prossimo appuntamento in programma si terrà l'11 febbraio a Lucca presso Palazzo Ducale, dal titolo "Memoria e Ricordo. Il confine orientale italiano tra conflitti, tragedie ed esodi", con un evento riservato alle scuole superiori e uno aperto al pubblico.

Il DVD "AestOvest" è navigabile on-line sul sito di Osservatorio Balcani e Caucaso

Per ordinare copia del DVD scrivere alla Segreteria di Osservatorio 

Pubblicato il 2/2/2010 alle 19.24 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web